scienziati-cinesi-usano-onde-sonore-per-aumentare-le-precipitazioni-sull’altopiano-tibetano-|-nogeoingegneria

nogeoingegneria com climate change geopolitica sound waves

Di Stephen Chen

Un team dell’Università Tsinghua usa l’energia sonora per aumentare le precipitazioni sull’altopiano tibetano fino al 17%.Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università Tsinghua di Pechino, onde sonore potenti e a bassa frequenza potrebbero essere utilizzate per scatenare le piogge nelle aree colpite dalla siccità

I ricercatori affermano che la tecnica non ha un impatto negativo sull’ambiente, ma sono necessari ulteriori dati per dimostrarne l’efficacia

In un esperimento di manipolazione meteorologica condotto lo scorso anno sull’altopiano tibetano, i ricercatori hanno dichiarato di aver registrato un aumento delle precipitazioni fino al 17% puntando un altoparlante gigante verso il cielo.

“La risorsa totale annuale di vapore acqueo atmosferico in Cina è di circa 20.000 miliardi di tonnellate. [Ma solo il 20% delle precipitazioni naturali raggiunge il suolo e il tasso di conversione delle precipitazioni nelle regioni occidentali è ancora più basso”, ha dichiarato il team guidato dal professor Wang Guangqian del Laboratorio chiave di Stato di Idro-scienza e Ingegneria dell’università.

L’energia sonora potrebbe aver modificato la fisica delle nuvole, ma la causa del fenomeno richiederebbe ulteriori indagini, hanno dichiarato i ricercatori in un documento peer-reviewed pubblicato su Scientia Sinica Technologica la scorsa settimana( ndr nel 2021)

A differenza di altre tecnologie per la produzione di pioggia, la generazione del suono non produce inquinamento chimico e non richiede “veicoli aerei come velivoli o razzi”, ha detto Wang. “E c’è la possibilità di un controllo remoto a basso costo”.



L’esperimento rischia di incrementare le polemiche in Cina sulla fattibilità e sull’impatto ambientale dei programmi di modificazione meteorologica su larga scala.

I critici hanno accusato Wang, che ha proposto il controverso progetto Sky River per aumentare le precipitazioni in tutto il Tibet intercettando l’aria umida che circola sull’altopiano, di sprecare il denaro dei contribuenti. Altri sostengono che, anche se il metodo di stimolazione sonora funzionasse, creerebbe inquinamento acustico per le persone e gli animali che vivono nell’area.

L’altoparlante di Wang era alimentato da un motore diesel in grado di comprimere più di 30 metri cubi di aria a circa 10 volte la pressione atmosferica a livello del mare. Questo è stato poi utilizzato per diffondere il suono alle nuvole a una frequenza di 50 hertz, appena percettibile per la maggior parte delle orecchie umane, ma con un volume fino a 160 decibel, ovvero circa lo stesso livello di rumore di un motore a reazione in funzione a piena velocità.

Quando le onde sonore raggiungevano la nube, a circa 1.000 metri dal suolo, la loro forza si riduceva di 30 decibel. I segnali radar hanno rivelato la formazione di un numero significativamente maggiore di gocce d’acqua sotto la spinta del suono.

Wang e il suo team ritengono che l’aumento sia causato dall’oscillazione e dalla fusione delle particelle più piccole in quelle più grandi.

Nello studio, le precipitazioni sono state dall’11 al 17% più elevate nelle aree all’interno del raggio d’azione del dispositivo – un raggio di circa 500 metri dal generatore di suoni – rispetto a quelle esterne.

Nonostante i risultati, un ricercatore dell’Istituto di fisica atmosferica dell’Accademia cinese delle scienze di Pechino, che ha chiesto di non essere nominato, ha dichiarato che l’esperimento di Wang, durato due ore, dovrà essere replicato più volte per raccogliere ulteriori dati.

Sebbene da tempo si ipotizzi che le piogge possano essere legate al suono – molte civiltà eseguono danze della pioggia in periodi di siccità – la persona ha detto che non ci sono teorie fisiche a sostegno dell’idea.

“L’argomento rimane più un mito che una scienza”, ha detto.

Wang e il suo team non hanno potuto essere raggiunti per un commento.

Stephen Chen indaga sui principali progetti di ricerca in Cina, che rappresenta una nuova centrale dell’innovazione scientifica e tecnologica. Lavora per il Post dal 2006. Ha frequentato l’Università di Shantou, l’Università di Scienza e Tecnologia di Hong Kong e il programma Semester at Sea, al quale ha partecipato con una borsa di studio completa della Fondazione Seawise.

TRADUZIONE A CURA DI NOGEOINGENGNERIA

Se volete essere aggiornati sulle ultime novità, iscrivetevi al CANALE TELEGRAM https://t.me/NogeoingegneriaNews.

FONTE https://www.scmp.com/news/china/science/article/3120415/lets-get-cloud-chinese-scientists-turn-volume-and-make-it-pour 

RICERCHE INTERESSANTI

Investigation of strong acoustic interference on clouds and precipitation in the source region of the Yellow River using KaKu radar

A model for pH dependent strontium partitioning during calcite precipitation from aqueous solutions

Major moisture source patterns for extreme precipitation events over the Chinese Loess Plateau

e altro. Vedi  https://www.researchgate.net/scientific-contributions/Guangqian-Wang-2162818903

IL PIÙ GRANDE PROGETTO AL MONDO PER LA MODIFICAZIONE DEL TEMPO

IMPORTANTE!: Il materiale presente in questo sito (ove non ci siano avvisi particolari) può essere copiato e redistribuito, purché venga citata la fonte. NoGeoingegneria non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale ripubblicato.Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

4 caviale royal 2 300x300 1

IL PRIMO ECOMMERCE SPECIALIZZATO IN DELIZIE AL TARTUFO E CAVIALE – CAVIAREAT.COM

Leave a Reply