27/06/2022

THAILAND DAILY

NEWSPAPER / MAGAZINE / PUBLISHER

guerra-cibernetica:-i-nuovi-soldati-della-cina-–-il-nuovo-documentario-di-arte

GUERRA CIBERNETICA: I NUOVI SOLDATI DELLA CINA – IL NUOVO DOCUMENTARIO DI ARTE

Zur ARTE-Sendung Chinas neue Cybermacht Ausblick auf Shanghai in China © SlugNews Foto: ARTE France Honorarfreie Verwendung nur im Zusammenhang mit genannter Sendung und bei folgender Nennung “Bild: Sendeanstalt/Copyright”. Andere Verwendungen nur nach vorheriger Absprache: ARTE-Bildredaktion, Silke Wölk Tel.: +33 3 90 14 22 25, E-Mail: bildredaktion@arte.tv

Con  l’invasione russa dell’Ucraina è cominciata anche un’altra guerra parallela. Questa però si combatte nel cyber spazio. Alberto Negri: “Lo scontro, anche se per procura, è tra NATO e Mosca. E si va verso una guerra a diversi livelli, la quinta dimensione sarà la guerra cibernetica”.  La guerra informatica, vuol dire attacchi e contrattacchi crescenti nel regno digitale accompagnati da combattimenti militari nel mondo reale. Il conflitto Russia-Ucraina è il primo campo di battaglia digitale e reale. Russia, Iran, Cina e Stati Uniti sono i Paesi più forti ed esperti nella guerra cyber.

Il rischio di attacchi cyber verso l’Italia si fa sempre più concreto tanto che lo stesso CSIRT emana un comunicato di allarme affermando che “sono attesi attacchi informatici provenienti dalla Russia e da Paesi orientali, indirizzati su vasta scala anche verso l’Italia”, probabilmente in virtù degli aiuti militari che si stanno offrendo.

Molti degli obiettivi strategici di questo piano sono probabilmente basati su requisiti specifici di raccolta di informazioni di intelligence, quale base primaria per le operazioni informatiche basate in Cina. Vedi qui 

Il nuovo documentario di ARTE 

La nuova Guerra Fredda si combatte sul web? Internet è ormai uno spazio di conflitto – commerciale e militare – a sé stante, a bassa intensità ma in cui tutte le manovre sono permesse. Su questo nuovo terreno di scontro geopolitico, la Cina è senza dubbio alcuno la nuova potenza in pole position. Il suo obiettivo? Assumere la leadership mondiale dell’innovazione tecnologica, entro il 100° anniversario della Repubblica Popolare (2049). Sono lontani i tempi in cui si dava per scontata la (presunta) arretratezza di Pechino: gli Stati Uniti, primi “esperti” in spionaggio informatico, hanno suonato il campanello d’allarme sul regime di Xi Jinping, lanciatosi in un’impresa di furto-dati senza precedenti su scala globale – anche ai danni di quell’enorme mercato che è l’UE. Dalle prime schermaglie tra hacker sino-americani negli anni 2000 ai più recenti attacchi contro la diplomazia europea, passando per l’offensiva del gigante delle telecomunicazioni Huawei sul dossier 5G, questo documentario unisce i puntini ricomponendo la sagoma di quella che è considerata, dai servizi segreti occidentali, la principale minaccia alla cybersecurity. 

NEWS CANALE TELEGRAM https://t.me/NogeoingegneriaNews

IMPORTANTE!: Il materiale presente in questo sito (ove non ci siano avvisi particolari) può essere copiato e redistribuito, purché venga citata la fonte. NoGeoingegneria non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale ripubblicato.Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Comments

be the first to comment on this article

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Take Me Top